Il mondo dei razzisti: quanta confusione e incoerenza!

image

Il razzista vive in un mondo tutto suo ,costruito su misura in cui secondo le situazioni salta da una posizione a un’altra senza logica ne senso.
Il razzista ti dice : se vogliono vivere qui devono rispettare le nostre donne.
Ma se una donna “buonista”( come dicono loro) sta con un nero la chiamano puttana in cerca di mandingo, o una cessa che non potendo trovare un uomo ariano si accontenta del primo negro che passa.
Se una donna” buonista” che lavora nel sistema di accoglienza viene violentata da una bestia straniera; per loro ” se le cercata”, ” gli sta bene impara a fare la buonista del cazzo “.
. Augurano stupri, morti alla Boldrini e a tutte le donne che sono per l’accoglienza!
Il razzista ti dice : se vogliono stare qui devono rispettare la nostra religione: bestemmiano dalla mattina alla sera, in chiesa ci vanno solo quando muore un loro parente, si ricordano di essere cristiani solo a Natale, tanti di loro non credono nemmeno a Dio. Se il Papa parla di valori cristiani come l’accoglienza, il perdono e la solidarietà: subito cominciano a offendere ;” lui non è mio Papa “, ” perché non li porti al Vaticano ” ecc.
Il razzista ti dice è quello che ti dice : io non sono razzista ma se vogliono vivere qui , devono integrarsi “: quando nella scuole dei loro figli vedono bambini stranieri, organizzano proteste e cambiano di scuola ai loro figli .
Il razzista ti dice; se vogliono vivere qui devono trovarsi un lavoro, una casa e pagare l’affitto come tutti. Se trovi lavoro, per loro stai rubando il lavoro a qualche italiano, se vuoi prendere una casa in affitto ti rispondono che non affittano la casa a stranieri.
Il razzista è quello che ti dice: se vogliono stare qui devono rispettare le nostre leggi e la nostra costituzione: scendono in piazza facendo il saluto romano,fanno resistenza alla forze dell’ordine, organizzano raccolta firme per dire no a moschee.Eppure la Costruzione  italiana ché la madre di tutte le leggi ( tra virgolette) dice chiaro è tondo che l’apologia al fascismo è un reato, sancisce che la libertà di culto va garantito a tutti senza eccezioni.
Il razzista pensa che tutti stranieri neri siano musulmani e quindi per vivere qui dovrebbero mangiare maiale e bere vino o birra in segno di integrazione, come se fosse obbligatoria per essere italiani .
Il razzista è quello che se la prende con i rom dicendo che devono andare a lavorare, pagare le utenze , trovarsi la casa e soprattutto mandare i loro figli a scuola. Sono i primi a dire ai loro figli che i rom rubano i bambini, se c’è un bambino rom in classe dicono ai loro figli di non sedersi vicino a loro e cambiano scuola, vogliono bus separati. Non ci pensano minimamente di dare un lavoro ai rom figuriamoci affittare una casa. Però quando devono smaltire rifiuti delicati o sgombranti che necessitano un sacco di soldi, fanno appello al rom , lo pagano in nero e per chiudere in bellezza si lamentano pure dal fumo che viene dai campi rom!
Il razzista ti dice : io non ho nulla contro l’immigrato che lavora e rispetta le nostre leggi e regole:insultano dalla mattina alla sera gli italiani di origine straniera come La Kyenge e Chaouki. Per loro non sono italiani , italiani si nasce. Se gli dice allora diamo la cittadinanza ai bambini nati qui, ti dicono : No Ius Soli!La cittadinanza non si regala poi questo bambini sono tutti potenziali terroristi quindi devono aspettare i 18 .Come se dopo i 18 anni non possono diventare lo stesso terroristi, come se qualcuno regalasse non so che cosa a questi bambini nati e cresciuti qui, amichetti dei loro figli e che spesso parlano italiano meglio di loro….
  To be continued…

Annunci

Rispondi